Il Sindaco di Meta Giuseppe Tito lascia intendere di volere puntare tutto sulla comunicazione. Così, per quast’ultimo scampolo di consiliatura decide di affiancare, accanto alla storica figura del portavoce, anche un addetto stampa.

Obiettivo dichiarato: preparare al meglio il rush finale in vista delle elezioni che si terranno nella primavera prossima. Una appuntamento a cui Tito ha fatto sapere di non volere rinunciare, a dispetto delle sue disavventure giudiziarie. Non solo quella sfida Tito la vuole vincere. Vuole la riconferma del suo ruolo di Sindaco del Popolo.

Ecco che nella seduta di Giunta del 30 ottobre scorso, l’Esecutivo – assenti gli assessori Angela Aiello e Massimo Starita – ha approvato la delibera con cui vengono approvati gli atti di indirizzo per la nomina dell’addetto stampa.

Ora toccherà agli uffici il compito di provvedere al…

…reperimento della figura dell’addetto stampa, per anni uno con decorrenza gennaio 2019, mediante apposito avviso pubblico rivolto ad iscritti all’Albo dei Giornalisti.

Nella delibera, però, viene precisato che l’ultima parola spetterà proprio allo stesso Tito.

Sarà lui, infatti, ad individuare…

…l’incaricato, tra tutti quelli che presenteranno la propria candidatura,  con decreto sindacale mediante comparazione dei curricula ed eventuali colloqui.

…e meno male che Tito è Sindaco di un Comune di soli 8 mila abitanti, altrimenti non osiamo immaginare chi avrebbe avuto il coraggio di ingaggiare.