Questa volta non siamo noi a dirlo, come era accaduto per il percorso pedonale di via Gennaro Maresca (leggi qui), questa volta se lo sono detti da soli.

I lavori al marciapiedi di via Mercato li abbiamo fatti una chiavica!

Questo in estrema sintesi il contenuto di ciò che ha scritto alla Città Metropolitana l’architetto Francesco Saverio Cannavale Responsabile, il responsabile dei lavori pubblici.

Cannavale nello scrivere all’Ente napoletano, che dovrebbe erogare un bel contributo per impiantare alberi nuovi in cambio di essenze ormai “andate”, ci ha fatto sapere:

Per rendere la cosa ancora più credibile Cannavale ha allegato anche alcune eloquenti foto con tanto di didascalia.

Eccone una, l’altra è in apertura:

C’è poco da fare: ha proprio ragione l’architetto Francesco Saverio Cannavale, anche se non lo dice esplicitamente:

quei lavori sono stati fatti proprio una chiavica!

Ci immaginiamo le reazioni dal Palazzo:

Tutta colpa dei dieci anni di Amministrazione passati. Tutta colpa di Giovanni Ruggiero.

Invece no, questa volta Ruggiero non può proprio entrarci, hanno fatto tutto loro. Ha fatto tutto l’Amministrazione di Vincenzo Iaccarino.

Se l’è cantata e se l’è suonata.

Già, perché i lavori al marciapiedi di via Mercato sono stati per lungo tempo l’unica medaglia che si era appuntato in petto Iaccarino.

Ve lo ricordate con quanta enfasi li annunciò dal suo profilo facebook, con tanto di consueta valanga di altrettanto estasiati like a seguito?

Era il 27 aprile del 2017:

A distanza di qualche giorno, Iaccarino, ci fece anche un ripasso, giusto per sublimare ancora di più la folla:

Una nuova sortita in cui aumentarono i consensi e spuntarono anche commenti entusiastici:

Un gran bel lavoro, ci voleva proprio.

Effettivamente è stato un gran bel lavoro, un lavoro che imporrà la sostituzione di quattro esemplari di Jacaranda, almeno per il momento, mentre altri due si erano già fatte il viaggio prima.

Per fortuna che questa volta gli sghei dovrebbe cacciarli la Città Metropolitana (che poi comunque sono sempre soldi nostri), altrimenti ci toccava pagare anche questo intervento.

Meno male che è stato un gran bel lavoro, anzi…

Un gran bel lavoro.