Si tinge di giallo la vicenda legata al presidio anti-incendio innanzi alla Scuola Media di via F. Ciampa.

Come i nostri lettori ricorderanno, a seguito di un sopralluogo effettuato dai Vigili del Fuoco, da cui era emerso il mancato rispetto della normativa anti-incendio, il Comune, per evitare la chiusura del plesso e consentire la regolarità delle lezioni sino alla fine dell’anno scolastico, dispose l’utilizzo del personale di Protezione civile. Il compito degli uomini della PC era quello di garantire un presidio permanente durante le ore di lezione (leggi qui).

A distanza di pochi giorni però, i responsabile della Protezione civile comunicò l’impossibilità a proseguire il servizio. Il Comune di vide costretto a rivolgersi ad un’Associazione esterna, la New Emergency Onlus, ed a versare così un contributo di circa 150 euro al giorno alla stessa associazione (leggi qui).

La sorpresa, però, sta nel fatto che alcuni degli uomini utilizzati dalla New Emergency Onlus sono gli stessi che prima prestavano servizio per il nucleo di Protezione civile, come segnalatoci da alcuni cittadini che hanno anche provveduto ad inviarci un po’ di materiale fotografico.

Come è possibile?

Ci sono delle “coincidenze”?

E’ vero che tra gli associati della New Emergency o tra la persone di cui si serve la New Emergency ci sono anche volontari del nucleo di Protezione civile di Piano di Sorrento?

E, in caso di risposta affermativa, quanti sono?

E, sempre in caso di risposta affermativa, perché non potevano essere utilizzati questi volontari, in modo che si sarebbe potuto risparmiare il pagamento del contributo?

P.S.: La foto in evidenza è tra le tante che ci sono state inviate e che conserviamo. Ovviamente le foto in nostro possesso non hanno i volti “oscurati”.