Era rimasta nel cassetto per più di un anno, l’ordinanza con la quale i Comuni di Meta e Piano di Sorrento disciplinavano il transito dei veicoli pesanti sul Corso Italia. Il motivo di questa sospensione forzata era stato il cedimento della carreggiata lungo la S.S. 163. Ora che però l’ANAS ha fatto sapere che la situazione lungo la statale è tornata alla ormalità, si potrà finalmente dar corso al provvedimento.

In particolare la nuova disciplina sarà in vigore da questa notte a partire dalle ore 00, così come prevede la nuova ordinanza pubblicata oggi all’albo del Comune di Piano di Sorrento

Questi i criteri:

dal 1 marzo al 30 settembre di ogni anno:

  • in via Cavone dall’intersezione con via dei Platani fino a quella con Corso Italia, il divieto di transito per gli Autobus e per gli autocarri con mpc superiore a 35 q.li, dalle ore 07.30 alle ore 22.00;
  • in via Cavone dall’intersezione con via dei Platani fino a quella con la SS. 163 (Trinità), il divieto di transito per gli Autobus e per gli autocarri con mpc superiore a 35 q.li, dalle ore 22.00 alle ore 07.30.

Dal 1 ottobre al 28 febbraio di ogni anno:

  • in via Cavone dall’intersezione con via dei Platani fino a quella con Corso Italia, il divieto di transito per gli Autobus e per gli autocarri con mpc superiore a 35 q.li, dalle ore 08.00 alle ore 21.00;
  • in via Cavone dall’intersezione con via dei Platani fino a quella con la SS. 163 (Trinità), il divieto di transito per gli Autobus e per gli autocarri con mpc superiore a 35 q.li, dalle ore 21.00 alle ore 08.00.

Inoltre, come viene precisato nel corpo della vecchia ordinanza…

…Le presenti limitazioni avranno valore anche sui tratti di congiungimento con il Comune di Meta e di competenza di questo Comune, ovvero Corso Italia dall’intersezione con via dei Platani, via G. Maresca dall’intersezione con via Cavone fino a quella con la SS.163.

Unico dubbio: non si capisce bene dove sia l’intersezione tra via dei Platani e Corso Italia, atteso che le due arterie non si incrociano in nessun punto.