Eppure c’è luce negli occhi di chi mi guarda con i vestiti sporchi di terra e le mani rovinate

Almeno così pare.

C’è luce, ma c’è anche talmente tanta ombra che a volte mi viene voglia di sparire.

Lo faccio anche, scappo

Mi rifugio dove so che c’è qualcuno o qualcosa che mi ricarichi di energia e di amore.  Poi torno, e qui è sempre tutto uguale, un mondo diviso tra chi dovrebbe amarmi incondizionatamente e non lo fa e chi, pur non conoscendomi, mi elegge come piccola parte bella delle proprie giornate. 

Nulla è semplice per nessuno, e mai lo sarà. E per quanto sia questo il bello della vita, la tentazione di prendere e lasciare tutto a marcire diventa sempre più forte, quando le ferite che devi guarire non sono soltanto un taglio sul dito e le vesciche da zappa. 

Perché per quanto ci proviate da sempre a fermarmi, resto inarrestabile.

Questo maledetto turbine di passione e follia deve pur sfociare da qualche parte e magari nemmeno stavolta ho trovato il punto giusto per tuffarmi anima e corpo nel mare, ma non sarete voi a deciderlo, non ve lo permetterò mai.

Valentina Stinga