RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

Ci risiamo, come volevasi dimostrare ancora ci riprovano e ci riproveranno ancora,  fino a quando non raggiungeranno il loro scopo, ovvero  scippare ai cittadini la realizzazione pubblica  dell’opera “ il percorso meccanizzato”.

Grazie all’armatore Aponte hanno intravisto un’altra possibilità. Come si legge da un articolo apparso su Metropolis  “all’inizio dell’anno nuovo dovrebbe essere convocato l’ennesimo summit tra l’armatore Aponte, l’amministrazione comunale, Federalberghi e il comune di Sorrento. Bisogna buttare giù una società che dovrebbe fungere da raccordo tra gli operatori turistici e il patron della MSC”.  A ciò si lega anche  la possibilità di abbinare al progetto del nuovo stadio quello del percorso meccanizzato su cui, sia chiaro, si parla anche dell’interessamento di operatori economici non di Sorrento”.

La notizia mi rattrista  e sale la voglia di mollare tutto, tanto vincono sempre loro, sempre  i soliti, ma quello che mi fa stare ancora più male è che  lo fanno con l’avallo di tutti quei cittadini che li hanno votati, che hanno creduto in loro. Ma è un attimo e penso che i Sorrentini  sono intelligenti,  lavoratori, imprenditori,  artigiani e brava gente.

Allora eccomi  qua, ancora a scrivere ancora a far sentire la mia voce, quella voce che si unisce a quella dei tanti che gridano BASTA!!!!.

Non è più  possibile  vedere ancora la nostra Sorrento rapinata dei sui averi dei suoi beni e sempre a danno dei tanti a vantaggio dei pochi. Sia chiaro non ho nulla in contrario alla realizzazione del nuovo campo che  grazie all’Armatore Aponte il Sorrento potrà avere  e ben venga  anche la realizzazione, sotto il campo, di un ampia area espositiva con annesso centro fieristico.

Ma cosa c’entra la realizzazione del campo di calcio e del centro fieristico  con la realizzazione del percorso meccanizzato?

E cosa c’entrano gli operatori turistici e men che meno operatori  economici non di Sorrento che entreranno nell’affaire  percorso meccanizzato?

Si parla di tutti tranne che dei cittadini i quali ancora una volta vengono trattati come vassalli che non hanno nessun diritto e  nessuna  voce in capitolo.

Al dott. Aponte dico grazie, grazie  per voler costruire un campo nuovo ed un polo commerciale ma chiedo: perché vincolare la realizzazione ti tale opera alla realizzazione del percorso meccanizzato?

Perché non donare tale opera alla città di Sorrento e a tutti i cittadini senza vincoli alcuni?

Perché non avalla la realizzazione pubblica del percorso meccanizzato visto che il comune ha la capacità economica di realizzarla senza aiuto alcuno?

Non crede che i Sorrentini  siano stati già abbastanza vessati  e scippati dei loro beni?

Di certo noi saremo sempre qui a far sentire la nostra voce, quella voce che si innalzerà sempre più forte e sempre in difesa dei diritti di  tutti i sorrentini.

Rosario Lotito