RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Gentilissimo Avvocato Pollio,

Positanonews ieri ha parzialmente  ripreso le risposte che avevo dato ad Agorà sul tema della presentazione del ricorso al TAR per l’annullamento delle recenti elezioni comunali a Sorrento ed ha aggiunto alcune dotte argomentazioni sullo stesso argomento esternate da componenti dell’Amministrazione Coppola e in particolare dall’avv. Pane quotatissimo esponente della maggioranza consiliare.
Poiché la sintesi e il titolo dell’articolo stravolgeva il senso delle mie affermazioni ieri stesso ho inviato al dottor Cinque una mia lettera con la richiesta di pubblicazione. 
Ovviamente ciò non è avvenuto e non faccio fatica a comprenderne le ragioni.
******************
Questo è il testo della mail inviataci nella giornata odierna dal dottor Bruno Morelli, in allegato c’era poi la replica al quotidiano on line Positanonews, replica che pubblichiamo di seguito.
*************************

Egregio Dottor Cinque,

nel numero di oggi di Positano News è stato pubblicato dalla redazione un articolo dal titolo “Sorrento, le elezioni non sono a rischio. Morelli: Nessun ricorso al Tar”.

In esso viene detto che le elezioni, che potevano essere inficiate da Marco Fiorentino, non sono a rischio poiché – come avrei specificato ad Agorà – contrariamente a quanto riportato e diffuso, non ci sarà ricorso al Tar.

Quanto riferito non corrisponde a quanto ho affermato rispondendo alle domande che mi sono state rivolte.

Invero, mi sono limitato a dire di aver rivolto nei giorni scorsi – a maggioranza e minoranza – un invito ad adoperarsi per trovare un’equa soluzione che consentisse di rimuovere, senza dover necessariamente ricorrere al Giudice Amministrativo, le incredibili irregolarità conseguenti alla partecipazione alle ultime elezioni comunali di un incandidabile. Un tentativo bollato in modo surreale come “un mio ultimatum” e dunque da me immediatamente abbandonato.

Ho anche aggiunto che – come penso sia noto a tutti – non essendo residente a Sorrento, non sono legittimato a proporre al Tar il ricorso per l’annullamento delle recenti elezioni comunali. Ho, quindi, concluso affermando che, se taluno avesse deciso al mio posto di adire il Giudice Amministrativo, avrei io stesso avvertito l’opinione pubblica tramite degli organi di stampa e Agorà in particolare.

Apprendo ora dal vostro articolo che “alcuni membri dell’amministrazione Coppola hanno spiegato come è avvenuto l’accordo con Marco Fiorentino e ancora che “Il gruppo di Massimo Coppola ha scelto di andare legalmente da solo al ballottaggio. Per cui se si dovesse andare al Tar, di fatto, nessun accordo è stato preso e le elezioni non possono essere compromesse”.

Considerato il gran numero di valenti e rispettabilissimi legali presenti nell’amministrazione Coppola e il preziosissimo supporto offerto loro – come si legge da tempo – da parte di un super esperto di diritto amministrativo, mi inchino a tanta scienza e non posso che manifestare il massimo rispetto per un’opinione autorevolissima e senza dubbio molto fondata, anche se del tutto contraria e incompatibile con la mia modestissima opinione.

Comprendo, dunque, che il mio invito non è stato raccolto in quanto non esisterebbe alcun rischio di nullità del procedimento elettorale testé concluso. Quindi, i due consiglieri eletti nelle liste collegate a Fiorentino – escluso dalla proclamazione poiché riconosciuto incandidabile – possono rimanere tranquillamente al loro posto per i prossimi cinque anni, non correndo rischi di alcun genere.

Prendo atto, infine, della spiegazione data al suo giornale dall’avvocato Pane sulla giustezza della scelta politica operata dal gruppo, di cui faceva parte, che condusse la trattativa con Fiorentino, un soggetto al quale era impedito di assumere uffici pubblici elettivi in quanto implicato, con una condotta penalmente rilevante, in un illecito penale commesso con violazione dei doveri inerenti ad una pubblica funzione. Una decisione a giudizio del consigliere, avvocato Pane quanto mai opportuna poiché in tal modo è stato escluso il rischio di annullamento delle elezioni.

Ubi maior……

La ringrazio per l’attenzione e Le chiedo di chiarire ai suoi lettori il mio pensiero.

Distinti saluti

Bruno Morelli