Dopo le preoccupazioni generate qualche giorno fa (leggi qui), questa volta i Sindaci Piergiorgio Sagristani e Vincenzo Iaccarino, hanno deciso di avvisare prima la popolazione. Così entrambi sui loro profili social hanno fatto sapere che nelle prossime giorni è previsto l’arrivo di circa 300 marittimi della MSC, la società di navigazione che ha deciso di interrompere l’attività crocieristica.

Tutti e due hanno provato anche a rasserenare gli animi e a far sapere che la situazione è sotto controllo.

Sagristani ad esempio ha scritto:

Nei prossimi giorni causa la giusta sospensione di tutte le crociere MSC ritorneranno in penisola circa 300 marittimi dai propri cari! Abbiamo già segnalato come previsto i nomi al dipartimento prevenzione dell’Asl! Per questo invito tutti a rispettare le norme di auto isolamento e quarantena previsti dal dpcm della presidenza del consiglio dei ministri e per chi può ….domiciliare in abitazioni diverse da quelle della famiglia! Anche per questo abbiamo dato la possibilità previa comunicazione al comando vigili di eleggere momentaneo domicilio in strutture momentaneamente chiuse ai turisti!! Rispettiamo le norme e STIAMO A CASA!!!

Iaccarino, invece, oltre all’avviso formale ha aggiunto anche una strigliata preventiva a quanti stanno palesato perplessità sulla gestione di questi rientri e così ha scritto:

 

Cari concittadini le Compagnie di Navigazione ci hanno già comunicato i marittimi che sbarcheranno nei prossimi giorni che torneranno a domicilio

È stato gia individuato un percorso di TUTELA e SICUREZZA da parte della nostra Polizia Municipale e dal Dipartimento di Prevenzione dellAsl

Saranno tutti in quarantena per almeno 2 settimane

Sono stati e saranno di nuovo edotti sui comportamenti da tenere a domicilio anche a tutela delle loro famiglie e della comunità tutta secondo linee guida ben precise

NON SONO DEGLI APPESTATI SONO NOSTRI CONCITTADINI CHE IN QUESTA EMERGENZA
RITORNANO A CASA
SAREMO IN CONTATTO CON LE LORO FAMIGLIE PER QUALSIASI PROBLEMA E DIFFICOLTÀ

NOI RESTIAMO A CASA

Ancora una volta, insomma, si sceglie di affidarsi al buon senso ed alla sensibilità, una scelta che non ci convince appieno, ma auguriamoci di esser noi in errore.