Autore: Mariaelena

Scacco all’Arte con la Prof / L’edilizia privata dei Romani: domus, villa, insula e monumenti funebri

I ritrovamenti archeologici e la preziosa testimonianza scritta del De architectura di Vitruvio(*) consentono una conoscenza soddisfacente dell’edilizia abitativa romana. Con l’eruzione del Vesuvio, nel 79 d.C., interi complessi abitativi sepolti sotto le ceneri sono sopravvissuti nei secoli fornendoci la possibilità di percorrere spazi ben conservati e non sottoposti alle successive stratificazioni urbane. In particolare gli antichi centri di Pompei ed Ercolano, scoperti nelle campagne di scavo del XVIII secolo, risultano oggi tra i siti archeologici più visitati in Italia, fonti inestimabili di un passato che rivive in un suggestivo viaggio nel tempo. Riguardo l’edilizia abitativa menziono, inoltre, le testimonianze dei...

Leggi tutto...

Scacco all’Arte con la Prof / L’urbanistica romana

GLI SCHEMI URBANISTICI DELLE CITTA’ ROMANE I Romani, come già gli Etruschi, considerano sacra la fondazione di nuove città, con l’implicazione di segni divini da interpretare per l’indicazione di orientamenti e posizioni. L’impianto urbanistico risente, inoltre, dell’ordinamento razionale a scacchiera di concezione ippodamea, riconoscibile sin dalla tarda età repubblicana nella strutturazione dei municipia (i villaggi) e dei castra (gli accampamenti militari), i quali forniscono i nuclei fondanti di nuove città. Proprio dai castra si riprendono molte caratteristiche, meglio definite tra II e I secolo a.C., quando si può parlare di una vera e propria architettura romana. Le vie, ortogonali...

Leggi tutto...

Casa d’arma – Il giallo in Penisola / “Non mi lasciare” – racconto

Non è stato facile trattare questo caso, sia per gli aspetti criptici di una vicenda delicata, sia per le relazioni affettive ad essa implicate. Ed è proprio sui sentimenti emersi in questa aggrovigliata trama che ho posto la mia attenzione, cercando di svelarne l’intensa autenticità.  Per questo terzo ed ultimo appuntamento con i racconti di “Casa D’Arma” (per informazioni sulla serie cliccare QUI), oltre al riconoscimento all’Arma dei Carabinieri di Piano di Sorrento per la collaborazione tecnica, un sentito ringraziamento va anche ad una delle protagoniste della storia, “Luisa” (nome d’invenzione), per avermi lasciata entrare nello scrigno delle sue...

Leggi tutto...

Scacco all’Arte con la Prof / I Romani e le grandi opere pubbliche

Il carattere pratico dei Romani, da sempre attenti alle esigenze concrete del quotidiano, ha consentito la piena affermazione di un’architettura votata all’edilizia per la pubblica utilità. Strade, ponti, acquedotti, impianti fognari, terme e mura difensive soddisfano necessità legate sia all’espansione ed alla difesa militare, sia alla possibilità di migliorare la qualità della vita urbana. Magistrati ed imperatori  accrescono il proprio prestigio politico anche attraverso la realizzazione di queste importanti opere pubbliche, che infatti risultano spesso intitolate con i nomi dei loro celebri committenti. Si tratta di lavori dotati di una grande solidità, come attesta la considerazione che alcuni di...

Leggi tutto...

Casa d’Arma – Il giallo in Penisola / “Sotto controllo” – racconto

“Sotto controllo” è un racconto ispirato a tre casi di stalking realmente accaduti in Penisola Sorrentina, due dei quali appresi dalla cronaca giornalistica. Il terzo risale invece a fatti a me narrati da una donna che, come tante oggi, ha subito smanie ed atteggiamenti persecutori. Dalla fusione di queste vicende nasce una trama stilata attraverso un duplice “io narrante”, come  evidenziato dalle differenti colorazioni della grafica. A raccontarsi sono  Michela Baldini (nome d’invenzione), la vittima, e Alessandro Marsia, il giovane carabiniere di “Casa d’Arma”, già conosciuto in “Unabomber”, il primo racconto di questa trilogia (per leggerlo CLICCARE QUI). Ringrazio ...

Leggi tutto...