Autore: Mariaelena

Scacco all’Arte con la Prof / Il rinnovamento urbanistico in età ellenistica

In età ellenistica, la nascita dei nuovi centri di potere determina un forte impulso dell’attività edilizia, nonché la diffusione di una spiccata tendenza al gigantismo ed alla monumentalità, in linea con le esigenze di fasto e di grandezza dei sovrani e delle loro corti. Vaste piazze e lunghi assi stradali sono dunque circondati da maestosi porticati colonnati, mentre il gusto predominante per le facciate appariscenti si attua attraverso l’edificazione di propilei (strutture con funzione d’ingresso) e di sontuose porte d’accesso. L’ordine corinzio, che con la sua sfarzosa eleganza ben si presta a queste necessità decorative, conosce la sua massima diffusione proprio...

Leggi tutto...

IL RACCONTO / “ANCORA CON TE” (Amarcord presepiale)

3 dicembre 2018 Giovanni, anziano pensionato di Piano di Sorrento,  viveva nel centro storico del suo paese, in uno di quei palazzi imponenti, addossati uno sull’altro a costruire quel caratteristico reticolo di stradine e vicoli.  Di questi tempi, come tanti suoi compaesani, era alle prese con l’allestimento del presepe. Lo realizzava con passione, era grande e scenografico. Sua moglie imprecava per il disordine; tra i figli, nessuno a dargli una mano, anzi, sostenevano i borbottii della madre. L’unica ad aiutarlo era la nipote prediletta, Chiara,  che adesso, a un mese dalla sua scomparsa, lo rievoca attraverso un intimistico “Amarcord...

Leggi tutto...

Scacco all’arte con la Prof / L’arte ellenistica

L’età ellenistica si colloca tra il 323 a.C. e il 31 a.C., ovvero tra l’anno della morte di Alessandro Magno e la battaglia di Azio, con la quale i Romani si pongono come indiscussi dominatori, stabilendo la loro supremazia anche sull’Egitto. Il vasto impero macedone, dopo la prematura scomparsa di Alessandro, si frantuma in tre grandi monarchie indipendenti (Egitto, Siria e Macedonia), alle quali si aggiunge, nel 263 a.C., il principato di Pergamo, in Asia Minore. La formazione di queste nuove realtà territoriali segna profondi cambiamenti. Atene perde il suo primato politico, sociale e culturale, poiché ad affermarsi sono...

Leggi tutto...

Sorrento – Liceo “Grandi” / “Nessun parli” (VIDEO)

Come preannunciato ieri (per leggere CLICCA  QUI ),  gli studenti delle classi IV FT e V FS del Liceo Artistico e Musicale “F. Grandi” di Sorrento, presentano “Nessun parli“, un breve filmato in cui si fornisce una rielaborazione della lauda “Il Pianto della Madonna” di Jacopone da Todi. Alla visione del video segue un breve scritto di accompagnamento, che precede i titoli di coda ripresi dalla parte conclusiva del lavoro. Buona visione e buona lettura! Nessun parli. A parlare sono i tuoi occhi mesti, Maria. A proferire parole sono le lacrime del tuo pianto dimesso. Scorrono tra le tue...

Leggi tutto...

Sorrento – Liceo Grandi / “Nessun parli”: Didattica Attiva ed Inclusiva, tra letteratura, arte, musica e recitazione

Non è facile organizzare la didattica in maniera attiva, incanalando i saperi in una direzione di creatività e di sinergie disciplinari. Ci sono le corse contro il tempo, i programmi da portare avanti, le verifiche, gli approfondimenti, i recuperi. Non è facile, ma è fondamentale provarci. Ecco allora che gli orari tra i colleghi s’incastrano, le lezioni s’interrompono per qualche minuto e ci si ritrova nell’androne dell’istituto per realizzare delle riprese,  spostare quadri per gli scenari,  proporre idee e suggerimenti  per arricchire i contenuti di un lavoro didattico dove poesia, arte, musica e recitazione dialogano in un’innovativa forma di...

Leggi tutto...