Come preannunciato ieri (per leggere CLICCA  QUI ),  gli studenti delle classi IV FT e V FS del Liceo Artistico e MusicaleF. Grandi” di Sorrento, presentano “Nessun parli“, un breve filmato in cui si fornisce una rielaborazione della lauda “Il Pianto della Madonna” di Jacopone da Todi.

Alla visione del video segue un breve scritto di accompagnamento, che precede i titoli di coda ripresi dalla parte conclusiva del lavoro.

Buona visione e buona lettura!

Nessun parli.

A parlare sono i tuoi occhi mesti, Maria.

A proferire parole sono le lacrime del tuo pianto dimesso.

Scorrono tra le tue dolci melodie schubertiane:

Ave Maria, Vergin del ciel,

Sovrana di Grazia e Madre Pia …

Nessun parli.

E´ il muto ed austero volto  del Nunzio a svelare il tuo dolore:

Donna del Paradiso, lo tuo figliolo è priso, Jesu Cristo beato.

Piangi, piangi o Maria.

Insieme alle lacrime scivola anche il tuo velo:

la tua salda, divina sottomissione è sopraffatta dal pietoso, umano sentire.

Affranta come non mai,

provi a contenere il tuo indicibile dolore.

“… Quod per sortem,  sternit fortem, mecum omnes plangite!”

(Poiché a causa della sorte, acquieta la forza. Piangete tutti con me!):

gridano per te le potenti note di apertura del Carmina Burana.

Nessun parli.

A parlare è il delirio della folla scalpitante.

Il popolo inveisce contro il tuo adorato Figlio.

Lo insultano, si rivoltano contro di Lui,

così come ti aveva informata il Nunzio:

Accurre, donna, e vide  che la gente l’allide!

Credo che ‘llo s’occide, tanto l’on flagellato“.

Piangi, piangi o Maria,

mentre ti prodighi a tentar di salvarlo.

Vano è, però, il tuo affanno: la gente non ti ascolta,

continua ad imprecare e, poco distanti,

i Farisei ridono senza curarsi di nulla.

Falli tacere.

Nessun parli.

Lascia parlare il tuo volto insanguinato,

dilaniato dalle sofferenze patite da chi hai messo al mondo.

Lascia parlare il dolore di tutte le madri sopravvissute ai propri figli;

 se li son portati via la guerra, il lavoro, la malattia.

“Con troppe lacrime piangi, Maria, solo l’immagine d’un’agonia:

sai che alla vita, nel terzo giorno,  il Figlio tuo farà ritorno…”.

… canta De André e insieme alla sua mesta lirica

affiora finalmente un tuo sorriso di speranza.

E´ l’inno alla Vita che si rinnova con ogni nascita.

Ritorna il colore:

vince sul grigio dei tristi tormenti.

Ritorna la luce:

s’irradia sul buio delle più temibili paure.

Ritorna la vita:

è il suo grido a vincere sul silenzio della morte.

                                                                 Mariaelena Castellano

Il progetto didattico “Nessun parli” è stato curato dalle classi IV FT e VFS del Liceo Artistico e Musicale “F. Grandi” di Sorrento, guidate dalla docente Fata Spinelli.

Meritano menzione Claudia Zarrella (IV FT), nelle vesti della Madonna, Francesco Saverio Gargiulo (V FS), che ha interpretato il Nunzio e Sarah Gambardella (IV FT), nel ruolo di Gesù.

Per il paziente lavoro del “dietro le quinte” si ringraziano gli alunni della VFS:

Ilaria Pane  e Giacomo De Angelis (montaggio del video);  Lina  Coppola (sceneggiatura), Emma Astarita, Luisa Cesarano, Michelle Mattera, Stefano Longobardi (selezione delle immagini); Giorgia Mase (scatti del backstage e della cover / ph @ketchs_ ).

Regia a cura di: Emiliano Sorrentino, Giacomo De Angelis, Ilaria Pane, Giorgia Mase.

Si ringraziano, inoltre, i docenti Mariano Olivieri e Carmela Trusio per la collaborazione nella realizzazione del progetto.